Natura e paesaggio - Introduzione

Con un po' di fantasia e immaginazione, aiutati dal racconto di qualche anziano della regione, al giovane d'oggi non risulterà difficile chiudere gli occhi e rivivere la realtà del Mendrisiotto di qualche decennio fa. Realtà formata da piccoli paesi di gente semplice, in prevalenza rappresentata da una società rurale, che viveva in sintonia con gli elementi della natura circostante.
Natura che ha garantito il sostentamento dei nostri predecessori che spesso hanno dovuto lottare con il duro lavoro, sopportando fatiche oggigiorno impensabili, per potersi garantire l'indispensabile per la sopravvivenza. Natura, a volte generosa, a volte avara, ma pur sempre rispettata da quelle generazioni che avevano imparato a dialogare con essa, a capire ogni messaggio che essa inviava, nel lento e regolare alternarsi delle stagioni.

La realtà del Distretto è però cambiata in modo radicale negli ultimi anni.
Il settore secondario si è imposto, a volte anche prepotentemente, a scapito di quel territorio che non garantiva più il sostentamento ad una società moderna che, con tutti i diritti, reclamava un maggior benessere. Da ciò è nata una regione dinamica e produttiva dove l'intraprendenza dei suoi abitanti ha permesso l'ulteriore sviluppo che stiamo vivendo tuttora.
Questo rapido sviluppo ha però fortunatamente risparmiato alcune aree naturali di importantissimo valore ricreativo, ecologico e paesaggistico. Nella nostra regione vi è appunto la possibilità di passare in tempi brevissimi da una caotica strada a forte traffico ad un sentierino in mezzo al bosco, dove il cinguettio degli uccelli accompagna l'escursionista in un ambiente senza tempo.
Queste aree possono essere molto vaste, come per esempio il M.te Generoso, il M.te S. Giorgio o il M.te Caviano, altre racchiuse all'interno del territorio urbanizzato, conseguentemente più piccole, come per esempio la conca del Prémurin a Ligornetto o la Valle della Motta.

Il paesaggio

Il Parco è in gran parte coperto da una folta superficie boschiva ed è attraversato dal fiume Roncaglia. La sinergia formata dagli ambienti naturali differenti creano dei paesaggi di rara bellezza; una passeggiata all'interno del Parco offre al visitatore degli scenari naturali particolarmente suggestivi in tutti i periodi dell'anno.

Particolare del fondovalle.